Marcella Cioffi

Chimica compact
Geografia Generale, Biologia, Chimica
 

Vero o Falso?

Scegli per ciascuna risposta l'alternativa corretta. Quando hai completato l'esercizio, clicca su Conferma.

La mole è l’unità di misura utilizzata per esprimere la massa in kg di atomi e molecole di un elemento o di un composto.

1 mol di diossido di carbonio CO2 contiene 6,02 · 1023 molecole di CO2.

La massa di 1 mol è uguale per ogni sostanza.

Dalla formula di un elemento o di un composto è possibile ricavare la massa che corrisponde a 1 mol.

36 g di acqua (MM = 18 u) contengono 6,02 · 1023 molecole di acqua.

Il numero di particelle e il numero delle moli di una sostanza sono collegate mediante il numero di Avogadro.

L’unità di misura della massa molare è g · mol–1.

Il numero di Avogadro N è un valore costante, che può essere utilizzato per tutti i tipi di particelle.

L’unità di misura del numero di Avogadro (N) è g · mol–1.

Per conoscere il numero di moli di un campione di una certa sostanza è sufficiente conoscere la massa molecolare MM della sostanza.

Soltanto dopo aver bilanciato una reazione è possibile conoscere il rapporto di combinazione in grammi tra i reagenti e i prodotti della reazione.

Dopo aver bilanciato una reazione, è possibile calcolare sia le molecole, sia le moli, sia la massa dei reagenti e dei prodotti della reazione.

La molaritĂ  M di una soluzione esprime il numero di moli di soluto presenti in 100 ml di soluzione.

Nei calcoli, la molarità M di una soluzione viene espressa in “g · l–1”.

Per conoscere le moli di un soluto presenti in un volume V di soluzione bisogna conoscere la molaritĂ  della soluzione.

 

Esercizio numero:  1

 Tempo trascorso 00:00:00


 

Legenda esercizi

Tempo scaduto, vai alla pagella.