Marcella Cioffi

Chimica compact
Geografia Generale, Biologia, Chimica
 

Vero o Falso?

Scegli per ciascuna risposta l'alternativa corretta. Quando hai completato l'esercizio, clicca su Conferma.

In una reazione di ossido-riduzione, alla riduzione corrisponde una diminuzione del numero di ossidazione, all’ossidazione corrisponde un aumento.

La sostanza che si ossida è l’ossidante, quella che si riduce è il riducente.

Se, in seguito a una reazione, un elemento con numero di ossidazione “1 assume un numero di ossidazione “3, vuol dire che ha subito un’ossidazione.

Nei composti ionici una reazione di ossido-riduzione avviene per trasferimento reale di elettroni.

Scrivere una reazione in forma ionica vuol dire scrivere soltanto gli ioni che partecipano effettivamente alla reazione, trascurando gli “ioni spettatori”.

Nelle pile avvengono reazioni di ossido-riduzione a spese di energia elettrica.

Nella pila Daniell lo zinco si ossida e il rame si riduce.

I metalli alcalini sono ottimi riducenti perché hanno una bassa energia di ionizzazione.

Il sodio metallico si può ottenere per elettrolisi del cloruro di sodio allo stato fuso.

L’elettrolisi dell’acqua è un processo spontaneo, al contrario della sintesi dell’acqua dagli elementi.

In seguito all’elettrolisi dell’acqua, l’ossigeno si riduce e l’idrogeno si ossida.

 

Esercizio numero:  1

 Tempo trascorso 00:00:00


 

Legenda esercizi

Tempo scaduto, vai alla pagella.